Logo di Fitness Passion Fitness Passion

Babbo Natale in palestra

Guida per sopravvivere alle vacanze di Natale

Guida per sopravvivere alle vacanze di Natale

Le vacanze di Natale sono alle porte e abbiamo tutti paura di rovinare i sacrifici fatti in palestra mangiando male e troppo durante le feste. Ecco qualche trucco per rimanere in carreggiata.

Quando si avvicina un periodo di festività come quello Natalizio, veniamo sempre invasi da richieste e domande su quale sia la migliore strategia per non rovinare i risultati di tutte le ore passate in palestra negli ultimi mesi. Ci si preoccupa della possibilità di non potersi allenare regolarmente e del rischio di mangiare in modo poco sano facendo grandi abbuffate.

È vero, il rischio c’è. Ma sta a noi organizzarci per arrivare preparati a questo periodo dell’anno e affrontarlo nel migliore dei modi, cercando di trascorrere con piacere anche i momenti con la famiglia e con i nostri amici più cari, senza troppe ansie.

Il nostro consiglio è di seguire queste 5 tattiche per riuscire a bilanciare al meglio gli allenamenti e i momenti di convivialità in cui sicuramente mangeremo qualche cibo meno sano dei nostri standard e qualche dolcetto in più.

1. Ridurre i carboidrati nei giorni che precedono il grande pasto

Per comodità, facciamo l’esempio in cui Natale sia di domenica. Sappiamo che quel giorno mangeremo sicuramente molti carboidrati nelle varie portate e, molto probabilmente, anche del panettone o pandoro. Diciamo che a partire da una settimana prima, potremmo iniziare a ridurre i carboidrati giornalieri per 4 giorni, ad esempio dalla domenica precedente fino al mercoledì. La riduzione può essere più o meno drastica, a seconda di quanti carboidrati siamo soliti mangiare. Evitiamo un taglio troppo drastico poiché c’è un secondo step da seguire. Si tratta di un secondo taglio ai carboidrati che potremmo fare dal giovedì fino alla domenica, prima della grande abbuffata.

Così facendo, arriveremo al pasto di Natale nelle condizioni migliori, poiché il nostro corpo avrà effettivamente bisogno di un introito calorico e di carboidrati maggiore. Un’assunzione elevata di carboidrati si tradurrà molto facilmente in una giornata di alimentazione ipercalorica: perfetta per evitare che il nostro metabolismo rallenti troppo a causa delle precedenti giornate di restrizione. Se abbiamo fatto un buon lavoro, il pasto di Natale ci aiuterà addirittura a migliorare la nostra condizione e mantenere un metabolismo brucia-grassi.

2. Allenarsi poco prima del grande pasto

L’idea in questo caso è di utilizzare il pasto come “spuntino” post-workout. Teniamo presente che stiamo parlando di un allenamento molto intenso, quindi magari caratterizzato da superserie, circuiti, e lavoro aerobico. Più l’allenamento sarà a ridosso della cena (o del pranzo, a seconda delle nostre tradizioni), meglio è.

Anche in questo caso, l’idea è di utilizzare il cibo come nutrimento nel momento in cui il nostro corpo ne abbia maggior bisogno. In tal modo ridurremmo il più possibile, se non del tutto, i possibili “danni” per aver ingerito del cibo meno sano rispetto alle nostre abitudini.

3. Utilizzare le proteine in polvere

Sappiamo che le proteine in generale hanno un potere saziante maggiore rispetto agli altri macronutrienti (carboidrati e grassi). Alcune ricerche hanno inoltre dimostrato che le proteine del siero del latte in polvere (le famose whey) abbiamo un potere saziante ancora maggiore.

L’idea in questo caso è di assumere un adeguato apporto proteico (da integratori o da cibo “solido”) prima del pasto di Natale. Lo scopo è di ridurre il nostro appetito e ridurre quindi l’introito calorico del pasto o della cena in questione.

La scelta delle proteine in polvere rispetto a un cibo solido sta principalmente nel minor apporto calorico poiché per assumere lo stesso quantitativo dal cibo sicuramente ci farà ingerire più calorie.

4. Mangiare in modo consapevole

È facile durante le vacanze mangiare di più senza nemmeno farci caso. Un dolce qui, un avanzo qua... e le calorie assunte aumentano senza accorgersene. La conseguenza, anche a causa di alimenti meno salutari, è una sensazione di gonfiore e di pigrizia che si impossessa di noi nei giorni intorno al Natale e Capodanno. Possiamo evitare tutto ciò facendo delle scelte consapevoli. Nessuno ci obbliga a mangiare un dolce in più o una porzione doppia. Quindi godiamoci la compagnia delle persone care e il buon cibo, ma sempre usando il cervello.

5. Bere molto (no, non il vino!)

Non c'è alcun dubbio: i giorni festivi portano un'abbondanza di cibo e alcool. Anche se solitamente ci limitiamo molto (o del tutto) a bere alcolici, quasi sicuramente finiremo per bere qualcosa: magari qualche bicchiere di vino o un buon digestivo. Cosa significa? Che automaticamente abbiamo bisogno di un'idratazione ottimale affinché il nostro corpo possa sempre funzionare nel migliore dei modi. La disidratazione è una delle prime cause di cali di energia nei nostri allenamenti. Dato che, come detto, è importante continuare ad allenarsi in questi giorni di baldoria, l'ultima cosa che vogliamo è un calo di prestazioni in palestra. Beviamo molta acqua.

Cerchiamo quindi di goderci le vacanze, rilassare la mente e ricaricare le batterie in vista del nuovo anno. E utilizziamo queste strategie per rimanere sempre in forma e in carreggiata nonostante qualche sgarro qua e là.

Buone vacanze a tutti!

Sai che ogni settimana i nostri iscritti ricevono un contenuto esclusivo gratuito? Puoi riceverlo anche tu!

Completando l'iscrizione confermi di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

Ci teniamo alla privacy, la tua email sarà al sicuro.

Riferimenti

Scarica i 10 comandamenti per addominali scolpiti

Iscriviti ora GRATIS e ricevi ogni settimana un contenuto esclusivo!
Il primo regalo è il PDF con 10 suggerimenti testati per ottenere la tartaruga.

Completando l'iscrizione confermi di aver preso visione dell'informativa sul trattamento dei dati.

Ci teniamo alla privacy, la tua email sarà al sicuro.